Stress...


Photo : Progetto Iside
La Scala per lo Stress Percepito (Perceived Stress Scale) di Sheldon Cohen è il test psicologico più utilizzato per misurare la percezione dello stress.
Ci può dare indicazioni delle situazioni nella vita di una persona che vengono valutate come stressanti. La scala contiene anche una serie di domande dirette sui livelli attuali di stress percepito. Le domande sono di facile comprensione e riguardano i sentimenti e i pensieri relativi all’ultimo mese. Per ciascuna domanda alle persone viene chiesto di indicare con che frequenza si sono sentite in un certo modo.

Ecco la Scala PSS:

Le domande contenute in questa scala riguardano i suoi sentimenti e pensieri durante l’ultimo mese. Per ogni domanda le viene chiesto di indicare la sua risposta circolettando la frequenza con cui si è sentito o ha pensato in un certo modo.

0 = Mai 1 = Quasi mai 2 = A volte 3 = Abbastanza spesso 4 = Molto spesso

 1. Nell’ultimo mese, con che frequenza si è sentito fuori di sé poiché è avvenuto qualcosa di inaspettato?.....................................................................                                            0 1 2 3 4

2. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha avuto la sensazione di non essere in grado di avere controllo sulle cose importanti della sua vita?........................                                   0 1 2 3 4

3. Nell’ultimo mese, con che frequenza si è sentito nervoso o “stressato”?.....        0 1 2 3 4

4. Nell’ultimo mese, con che frequenza si è sentito fiducioso sulla sua capacità di gestire i suoi problemi personali?....................................................                                                0 1 2 3 4

5. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha avuto la sensazione che le cose andassero come diceva lei?...............................................................................                                               0 1 2 3 4

6. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha avuto la sensazione di non riuscire a star dietro a tutte le cose che doveva fare?....................................................                                             0 1 2 3 4

7. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha avvertito di essere in grado di controllare ciò che la irrita nella sua vita?..........................................................                                                    0 1 2 3 4

8. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha sentito di padroneggiare la situazione?...........................................................................................                        0 1 2 3 4

9. Nell’ultimo mese, con che frequenza è stato arrabbiato per cose che erano fuori dal suo controllo?.......................................................................................                              0 1 2 3 4

10. Nell’ultimo mese, con che frequenza ha avuto la sensazione che le difficoltà si stavano accumulando a un punto tale per cui non poteva superarle?...............................        0 1 2 3 4

Calcolo dei punteggi: i punteggi sono ottenuti nel seguente modo. Invertire il punteggio (0=4;1=3;2=2;3=1; e 4=0) solo per le seguenti domande: 4-5-7-8. Per le altre domande il punteggio resta quello crocettato da voi. Sommate tutti gli item della scala. Risultati: (adattamento di M.Smith, R. segal, and J. Segal. Feb.2015)

1-10 = Sotto la media. Buona gestione degli eventi stressanti e adattamento agli imprevisti.

11-14 = Nella media. Ben lontani dalla mancanza di eventi stressanti, ma imparando a ridurne gli effetti si può raggiungere un buon livello di benessere.

15-18 = Medio-alto. E’ possibile che, anche senza accorgersene, lo stress stia già influenzando corpo, emozioni e comportamento.

19 o più = Alto. La percezione dello stress è elevata e gli effetti alla lunga potrebbero essere dannosi.

Scala per lo Stress Percepito
Copyright © 1994. By Sheldon Cohen. All rights reserved. 
Traduzione Italiana a cura di Andrea Fossati, Università Vita-Salute San Raffaele, Milano

La Scala PSS da un'indicazione dello stress percepito da una persona in un certo momento della sua vita, ed occorre ricordare che lo stress protratto per tempi molto lunghi ha effetti amplificati su di noi, sul tono dell'umore, sul "nervosismo" sull'irascibilità e sul corpo.
Avere consapevolezza del proprio stato di salute e benessere è fondamentale, così come conoscere il proprio livello di stress per potere intervenire per tempo prima che lo stress si "cronicizzi" e ci tolga energie e voglia di fare e vivere appieno.



Nessun commento