l'amico Bruno Capaldi

  
Bruno Capaldi

Bruno Capaldi è stata una delle prime persone che abbiamo conosciuto quando ci siamo trasferiti, mia moglie ed io, a Nizza nel settembre 2013. La prima volta alla sede del Comites, di cui era membro, oltre ad essere uno dei quattro eletti del Consiglio Generale degli Italiani all'Estero (CGIE). Ci eravamo rivolti a lui perchè non riuscivamo ad avere informazioni precise rispetto alle pratiche da svolgere per l'iscrizione all'AIRE, per l'assistenza sanitaria (la Carte Vitale) e tutto ciò che concerneva la fiscalità italiana in rapporto a quella francese. Già allora su alcuni gruppi Facebook era possibile trovare informazioni e risposte, sovente però contraddittorie tra loro. Con questa confusione siamo giunti al RDV. Ricordo ancora l'incontro: appena entrati Bruno ci ha fatto accomodare ad una scrivania colma di dossier, ci ha offerto un caffè e chiesto alcune cose di noi per inquadrare la situazione e poi con chiarezza ci ha indicato le procedure da seguire per l'iscrizione immediata all'AIRE e per regolarizzare la nostra posizione sanitaria con la CPAM. Parole chiare, dirette che ci hanno rassicurato soprattutto alla luce della mia (allora) situazione di lavoratore trans-frontaliero, piuttosto difficile da inquadrare.
Bruno ci ha chiarito che gli aspetti sanitari, previdenziali e di sicurezza sociale sono definiti da regolamenti europei, come quello in vigore tra Italia e Francia. Materia complessa che va conosciuta appieno. Siamo usciti dall'incontro rassicurati, avevamo le idee chiare, oltretutto Bruno ci avrebbe assititi passo passo sino alla regolarizzazione della nostra posizione. Detto, fatto.
 
Maratona di Nizza
Quasi per caso abbiamo poi scoperto che Bruno ha una preparazione atletica invidiabile, è un appassionato maratoneta, ha corso per tanti anni sia in competizioni in Francia che in Italia. Cosa volete, con alcune persone nasce una simpatia, un affetto, una stima per il loro modo di porsi, per l'affabilità e la generosità d'animo... e così è stato con Bruno. Ho scoperto anche che Bruno aveva già assistito mia mamma tanti anni prima quando si era trasferita a Nizza da pensionata! Nel corso degli anni Bruno ci ha ancora assistito per aspetti fiscali francesi o italiani, che sovente erano di difficile comprensione anche per gli expert comptable di Nizza. Nemmeno Bruno sa a quante persone ha risolto dossier complicati o totalmente bloccati magari all'INPS, nel corso di tanti anni, con il suo lavoro all'INAS.
Patronato INAS-CISL di Nizza che ha inaugurato nel gennaio 1989 per seguire le molte pratiche di connazionali installati o residenti in questa parte della Francia. Quando vado a salutarlo in ufficio lo trovo indaffarato, con vari dossier sul tavolo e battuta sempre pronta sia di persona che al telefono per le domande più svariate e complesse. Il Patronato INAS è cresciuto, ora ha diverse collaboratrici ed ha permanenze in altre cittadine della Regione Paca.
Di sicuro la passione di Bruno per il suo lavoro attinge alla lunga precedente esperienza di sindacalista in Francia, soprattutto presso aziende chimiche come la ICI di Marsiglia, in anni in cui essere un lavoratore italiano in Francia non era certo facile!
Ora Bruno è in pensione, ovviamente avrete capito che per lui stare fermo è impossibile, curioso ed attivo com'è. Non a caso Bruno offre sempre consulenza a chi avesse bisogno di chiarire aspetti previdenziali, fiscali e di vita qui in Francia, tramite RDV da prendere all'INAS-CISL.
Se avete bisogno di fare chiarezza sulla vostra posizione qui in Francia, ora sapete bene a chi rivolgervi in totale fiducia.



Sede INAS-CISL di Nizza


Nessun commento